La magia del non amore

Ho amato un uomo per quasi quattro anni. L’ho amato con ogni fibra del mio corpo, con ogni molecola. Per lui scrivevo poesie e lettere d’amore, mi rivolgevo alla sua anima, dura ed impenetrabile. Speravo che un giorno il suo cuore cominciasse a battere, sognavo i suoi occhi illuminarsi di una luce vera.

Quando se n’è andato, lasciandomi con i miei ricordi confusi ed un vuoto incolmabile, ho capito che stavo sperimentando la magia del non amore.

Quanto tempo è servito per arrivare a questa lucida e straziante consapevolezza.

In tutti gli anni in cui ci siamo tenuti per mano abbiamo percorso migliaia di chilometri, abbiamo esplorato tufo e cemento, acqua e roccia, storia e natura. E’ forse questo il ricordo più doloroso, perché un viaggio è condivisione, e quando capisci che lui non era con te, ma con l’immagine che aveva di te, il cuore si fa pesante, e la memoria chiede aiuto alla ragione per riformulare una costellazione mal compresa.

La troppa sensibilità mi ha spinta a scavare nel profondo, talmente a fondo da riuscire a vedere quel bambino triste imprigionato nel corpo di un adulto. Ho desiderato con tutta me stessa di poterlo salvare. Mi sono fatta male, l’uomo che era diventato mi ha divorata, dopo avermi illusa, innalzata, screditata a cicli periodici ed infine abbandonata, cancellata, in un istante.

Ti chiedo perdono anima mia per quello che ti ho fatto passare. Ci siamo illuse di poterlo cambiare mentre è stato lui a cambiarci per sempre. Continueremo a cercare l’amore io e te, lo troveremo anche in una landa deserta, perché l’amore è vita e noi lo sappiamo bene.

Continueremo a cercare, come ci insegna il sommo poeta, quell’amor che move il sole e l’altre stelle.

Con amore vero,

Dora

Sentirai il tuono e mi rammenterai,penserai- desiderava una bufera.

 

Annunci

28 thoughts on “La magia del non amore

  1. Rivedo nella tua “confessione” il racconto di tante donne che ho conosciuto…innamorate dell’amore più che di una persona specifica in cui riversano la loro idea…ma avete sempre la forza di superare certi scogli… 😉

    Mi piace

      1. L’ho capito dal primo momento,
        Mea culpa.
        Ricordo che quando lo conobbi non facevo altro che ripetermi in testa il famoso motto dannunziano “rosa cape, spinam cave” (cogli la rosa, attento alle spine).
        A volte l’istinto suggerisce cose che non si vogliono ascoltare.

        Mi piace

      1. Non posso dare una visione universale ma solo una mia personale interpretazione che riguarda la mia storia ed il mio vissuto.
        Amore per me è rispetto, passione, comprensione, tenerezza, delicatezza, fiducia.

        Mi piace

  2. a volte non si pensa al male che si fà , solo dopo anni ci se rende conto , se ci si analizzasse un pò di più basterebbe poco per capire che certe persone non sono fatte per noi , ma molto spesso donne e uomini non sanno bene ciò di cui hanno realmente bisogno , il tuo comunque cercare l’amore , fa capire quanto tu sia determinata verso te stessa e verso la tua anima …..il viaggio è condivisione in tutte le dimensioni …ciao

    Liked by 1 persona

    1. Caro Massimo, come dici anche tu nonostante le scalfitture continuerò a cercare e a dare amore.
      Ora sono solo più consapevole di ciò che voglio e di ciò che è giusto per me.
      Innamorarmi di un’anima bella, questo è l’essenziale.
      Un abbraccio!

      Liked by 1 persona

  3. L’amore non è cambiamento, ma accettazione. Tu non hai accettato quest’uomo per quello che era, ma hai amato in quest’uomo l’idea di quello che tu volevi che fosse. Un uomo si conosce veramente alle prime battute, poi cala la sua maschera, per assomigliare a quello che la donna cerca e vivere una esperienza esaltante, tenera, ma non ha mai intenzione di cambiare veramente. Hai fatto bene a tirare fuori la tua anima dalle sue grinfie, ti auguro un nuovo amore che ti assomigli e ti completi per trovare l’armonia che è il collante della coppia. Ciao!

    Liked by 1 persona

  4. La fine di ogni amore è un passaggio, indipendentemente dal motivo per cui l’amore è finito. Vivilo sui tuoi piedi. Ti auguro di ricordare per sempre questo amore, come gli altri, come passaggi di tempo e compagni di viaggio, perché la vita è questo (secondo me): un viaggio che si fa da soli, con delle persone che ci accompagnano lungo il cammino. Forse se ne potevano fare altre, di tratte assieme, ma tant’è. Viaggia forte. Sogna forte.

    Liked by 1 persona

    1. Cara Sabrina, la fine di questo amore in effetti ha segnato uno dei “passaggi” più fondamentali della mia vita, ed è vero che ti rendi conto che a viaggiare alla fine sei tu, con la tua individualità, i tuoi sogni e le tue ambizioni.
      Ti ringrazio per il pensiero

      Mi piace

  5. non cercare qualcuno da amare…cerca di amare te stessa, di non farti dire dagli altri se sei o non sei all’altezza…questo lo puoi sapere SOLO TU! ogni persona ha i suoi limiti ed è l’unica a conoscerli. Le delusioni a volte ci possono buttare per terra e farci pensare che sia impossibile rialzarci…ma ci si rialza SEMPRE! siamo più forti di quello che pensiamo! non porti barriere! non ostacolare te stessa e vedrai che quello che deve arrivare, quello che sogni arriverà… ne sono certa! un abbraccio! ❤

    Liked by 1 persona

  6. L’Amore è una “bella” malattia che in 4 anni ti avrà lasciato molti momenti belli. Potrai guarire e ritrovare te stessa e renderti conto che esiste un altro amore… magari migliore.
    In ogni caso hai imparato qualcosa… sicuramente era necessario.
    Buon pomeriggio.
    Quarc

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...