I “Mind-Game film” per aprire la mente

Studiare cinema, i suoi linguaggi, i propri approcci a discipline come la filosofia, la psicologia e la pedagogia, si è rivelato un lavoro eccellente per lo sviluppo del mio pensiero ed il nutrimento della mia anima.

All’università, dopo i primi classici esami di storia del cinema e del teatro, ho dovuto affrontare delle lezioni di “analisi del film” che hanno letteralmente cambiato il mio modo di guardare la macchina-cinema.

E’ stato in quel periodo che ho incontrato registi come Alfred Hitchcock, Luis Buñuel, François Truffaut, Lars Von Trier, Rainer Werner Fassbinder e David Lynch.

La mia passione per i “Mind-Game film” è nata dalla visione dei film di quest’ultimo.

Ricordo ancora il senso di spaesamento al termine di “Mulholland Drive”, quella voglia di capire, di mettere in ordine, di ripensare tutto ciò che avevo visto per dargli un significato lineare, una spiegazione.

Per me è stato terapeutico, perché come afferma A.Minuz, docente, ricercatore e critico cinematografico,  ” Giocare con lo spettatore significa estromettere, nascondere o presentare in modo ambiguo alcune informazioni fondamentali della narrazione; ma soprattutto, significa spingerlo a guardare le cose sotto una nuova luce. […] Nello spazio protetto dell’esperienza filmica possiamo tutti sperimentare lo sfaldamento delle nostre credenze inamovibili.

tumblr_od3i05apq21uvjgwxo1_1280tumblr_nwhmzekibw1qd3lbbo1_1280553610_10200242389083069_388568741_n

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...